IMG_5869.JPG

CHI SONO

Ciao, sono Fabio Pasquale,

 

Ingegnere informatico, imprenditore digitale ed esperto di marketing online.

 

  • Facebook
  • Instagram
  • Grey LinkedIn Icon
IMG_8257_edited.jpg

La mia storia in breve

Per anni ho aiutato le aziende a sviluppare una strategia online. Oggi insegno la stessa strategia ad aspiranti imprenditori digitali per creare un'attività online redditizia

Studi e Formazione

Nel 2010 ho conseguito la laurea in Ingegneria informatica all'Università degli Studi di Siena e lanciato la mia prima App nel settore bancario (quando ancora le applicazioni erano sconosciute)

Imprenditoria

Ho avviato la mia attività online che genera un fatturato dalle vendite che supera 1 milione di euro l'anno

Marketing Digitale

Ho lavorato in Google e in Camera di Commercio con lo scopo di digitalizzare le piccole e medie imprese (PMI) italiane e implementando la strategia digitale di centinaia di aziende in settori completamente differenti

Training

Ho accumulato migliaia di ore dal palco, formando e insegnando studenti su strategie di marketing e business innovativi

Coaching

Ho lavorato a fianco di Alex Mandossian, uno dei più grandi esperti di marketing online, facendo coaching a imprenditori di nazionalità e settori completamente differenti

Investimenti

La passione per il business e per le rendite passive mi ha portato ad investire in diversi settori e mercati emergenti

Eppure non è stato sempre così!

Imprenditori non si nasce. E infatti io ero tutt'altro.. un normalissimo ragazzino di provincia alle prese con l'altra formazione.

Sono nato in una piccola città di provincia di appena 50 mila abitanti. Quando cresci in una città di piccole dimensioni la massima ambizione è vivere una vita normale: significa avere un buon lavoro, mettere da parte risparmi e andare in vacanza una volta all'anno. Questo era il tipo di vita di quelle persone che "stavano bene".

 

Per fortuna la mia educazione è stata un'altra: fin da piccolo ho avuto la possibilità di viaggiare insieme ai miei genitori che, oltre al loro lavoro, svolgevano un'attività che li portava spesso in giro per il mondo. Ho fatto conoscenza con il mondo attraverso i miei occhi, cosa che che a scuola avrei potuto farlo solo durante l'ora di geografia.

A 14 anni, anche un po’ per caso, mi trovai ad assistere ad un discorso un signore con i capelli bianchi. Quella volta, infatti, per non restare fuori, entrai in uno di questi tanti eventi aziendali a cui partecipavano i miei genitori. Rimasi incantato dal carisma di quell'uomo e dalla sua assoluta calma che aveva nel comunicare. Senza saperlo, quello fu il mio primo corso di formazione. Quell'uomo dai capelli bianchi si chiamava Jim Rohn, celebre filosofo del business americano, che ha ispirato e insegnato ai più formatori oggi in circolazione, uno su tutti Anthony Robbins.

 

Ricordo davvero molto poco di quel giorno, ma di sicuro Jim Rohn piantò dentro di me un seme germogliato poi nel corso degli anni.

Avevo studiato una vita intera e sono finito a fare un lavoro tradizionale

Come per tutti i ragazzi, dopo il diploma il percorso quasi obbligato è l'università. Perlomeno è quello che fanno la maggioranza. Ed è quello che ho fatto anche io: mi sono trasferito a Siena in Toscana per frequentare la facoltà di Ingegneria Informatica. Dopo 5 anni arriva la laurea e a soli 23 anni inizio la mia prima esperienza lavorativa presso il dipartimento informatico della Banca Monte dei Paschi di Siena. 

Il mio primo contatto con il mondo del lavoro non è stato come mi aspettavo. Avevo tanta voglia di imparare e volevo fare esperienza. Quello era il periodo dell'esplosione della Silicon Valley, quando Steve Jobs stava facendo nascere Apple Computer, Google si stava affermando e Facebook era ancora poco più di una chat per universitari. Quel fenomeno tecnologico stava creando un gran fermento e io ne ero affascinato. Purtroppo questo accadeva dall'altra parte dell'oceano. In Italia, la situazione era tutt'altro.

 

Ed è qui che mi sono scontrato con una realtà lavorativa aziendale e la mentalità italiana. Ho passato 5 anni a lavorare nel ramo ICT (Information and Communication Technology). Ho imparato tutto quello che riguardava il mio lavoro: dallo sviluppo software alla programmazione delle prime app (oggi sono la normalità ma nel 2010 erano ancora roba per nerd). Eppure mi mancava qualcosa.

Ma quella vita non faceva per me

Non mi sentivo realizzato. Mi sono reso conto che quella non era la vita che sognavo da bambino. Non volevo passare tutta la mia vita dietro una scrivania. Quello che per molti poteva sembrare un privilegio, per me quel lavoro da ingegnere era diventato una gabbia senza sbarre, un vicolo cieco dal quale non vedevo via d'uscita. Di fatto stavo vivendo quella vita "normale" che non combaciava affatto con la mia passione.

 

Ed è stato proprio in quel momento che mi sono ricordato dell'altra formazione che ho vissuto da adolescente, di tutti quei viaggi che ho fatto con i miei genitori e dell'esempio che mi hanno dato. Come me anche loro avevano un lavoro, ma questo non gli ha impedito di creare la loro attività. Ho deciso che anche io volevo trovare la mia strada e ho iniziato il mio viaggio alla ricerca della mia passione.

Alla ricerca dell'eccellenza, sulle spalle dei giganti

Se volevo creare un'attività, l'unico modo era imparare da chi lo aveva fatto prima di me. Da qui è iniziata la ricerca che mi ha portato a girare il mondo in lungo e in largo. Ho conosciuto persone di tutte le etnie possibili e ho incontrato grandi maestri. Tony Robbins, Harv. Eker, Joel Roberts, Robert Kiyosaki, Robin Sharma, Alex Mandossian, Tom Peters solo per citarne alcuni. 

Ho cercato di imparare il più possibile e mettere in pratica. Niente è stato facile perché mentre lavoravo a tempo pieno nel mio lavoro, usavo il mio tempo libero e le ferie per costruirmi la mia libertà. C'è sempre un prezzo da pagare, ma la posta in palio era troppo alta per fermarmi davanti alle inevitabili difficoltà. 

Il segreto per fare un ottimo lavoro è amare quello che fai

Ed è stato proprio durante un viaggio negli Stati Uniti, mentre ero con Alex Mandossian, il mio maestro di marketing online per il quale ho collaborato diversi anni, che ricevo una chiamata di Google che stava selezionando ragazzi nell'ambito di un nuovo progetto di evangelizzazione e diffusione del digitale per le imprese italiane e valorizzazione del Made in Italy nel mondo. Il quadro si stava facendo sempre più chiaro. Avevo la possibilità di unire le mie competenze tecniche con quello che stavo imparando sul marketing e sul business. 

Grazie a questa collaborazione con Google, ho lavorato a fianco di centinaia di imprenditori per insegnare ad usare strumenti digitali a supporto delle loro attività. In tutti i contesti diversi nei quali ho lavorato, con prodotti e servizi completamente differenti, tutte queste aziende sono riuscite a mettere in piedi una strategia digitale redditizia, emergere in nuovi mercati per raggiungere nuovi potenziali clienti e cavalcare l'onda dell'innovazione e della tecnologia che offre il web. Da qui è nata anche la passione verso la consulenza e il coaching: aiuto le aziende ad usare il marketing e la tecnologia per espandere il proprio business online.

 

Le potenzialità del web sono enormi. Con l'avvento e la diffusione dei social media ho creato la mia attività di distribuzione creando e sviluppando reti commerciali in più di 5 nazioni diverse. Tutto questo da casa, accendendo il computer e con una connessione ad internet, senza avere dipendenti o magazzini, senza rischi commerciali e spese di gestione. 

Ho scoperto che l'unico modo per continuare a crescere è aiutando gli altri. Ecco perché oggi offro il mio contributo e le mie conoscenze per insegnare come chiunque possa creare la propria attività e vivere delle proprie passioni. Si, grazie ad internet e alle potenzialità che offre, anche tu puoi creare il tuo business online, metterti in proprio senza rischiare tutto e crearti un nuovo futuro.

fabio pasquale passion.png

Ho un'ossessione. Quella  di padroneggiare ogni area della mia vita, realizzare il mio potenziale e fare la differenza nella vita degli altri.

 

Non rinuncio a niente di bello ci sia su questo mondo. Abbiamo a disposizione solo un giro di giostra, perché non godersela?

 

La libertà è uno dei risultati di cui sono più orgoglioso nella mia vita. Posso scegliere dove vivere, mi basta mettere nella borsa il mio Mac e portarmi il “lavoro” dove sono.

 

Sono un viaggiatore e mi piace scoprire nuovi posti. Mi appassionano le letture stimolanti e le persone interessanti, la buona cucina e il buon gusto.

 

Non può mancare nelle mie giornate il fitness e l’attività fisica. Dopotutto corpo e mente lavorano insieme, uno deve essere il sistema di sostegno per l’altro. Tutti questi ingredienti fanno parte della mia vita.

fabio pasquale.jpg

LA MIA FILOSOFIA IN BREVE 

1 - Vivi la tua vita e non quella che gli altri si aspettano da te.

2 - L'unico modo per fare un ottimo lavoro è amare quello che si fa.

3 - Non puoi cambiare i venti, ma puoi decidere come orientare le vele.